Espansione Ungheria: piani di espansione di Veolia

| Editor: Susanne Hertenberger

Veolia espande le proprie attività di energia rinnovabile in Ungheria tramite l’acquisizione dell’impianto a biomasse di Szakoly.

Veolia espande le proprie attività di energia rinnovabile in Ungheria tramite l’acquisizione dell’impianto a biomasse di Szakoly.
Veolia espande le proprie attività di energia rinnovabile in Ungheria tramite l’acquisizione dell’impianto a biomasse di Szakoly.
(Bild: Veolia)

Veolia, tramite la società affiliata Veolia Energy Hungary Co. Ltd., ha acquistato DBM Zrt, l'azienda proprietaria dell'impianto a biomasse di Szakoly. Con questa acquisizione, Veolia ora possiede e opera il quinto maggiore impianto in Ungheria per la produzione interamente da biomasse, che genera un fatturato annuale di €16,7 milioni. Seguendo gli impianti di Pécs e Dorog, il Gruppo persegue lo sviluppo nella produzione di energia rinnovabile in Ungheria.

L'impianto di Szakoly, che ha avviato la propria attività nel 2009, produce elettricità dalla combustione di trucioli e sottoprodotti delle segherie. Con una capacità di 19,8 MW esso produce 130 GWh di elettricità l'anno per la rete nazionale, l'equivalente del consumo annuale di 50.000 famiglie in Ungheria.

Analisi

"In Ungheria, Veolia è stata il precursore nel campo della produzione di energia rinnovabile da biomasse con i propri impianti di Pécs e Dorog. Sono lieto dell'acquisizione dell'impianto a biomasse di Szakoly, il quale rafforza la nostra posizione e ancora la nostra presenza nell'Ungheria orientale, dove operiamo già gli impianti di Debrecen e Nyíregyháza dal 2015," afferma l'amministratore delegato di Veolia Ungheria, György Palkó.

"Il nostro obiettivo è la gestione efficiente e di successo a lungo termine dell'impianto, che dà lavoro a 55 persone", sostiene il Presidente di DBM Zrt, Attila Vollár. "Stiamo esplorando ulteriori sviluppi, includa la cogenerazione. Il calore prodotto durante la generazione di elettricità potrebbe essere usato per riscaldare le serre in partnership con i produttori di frutta e vegetali."

Nel 2015 in Ungheria, il 10,5 % dell'elettricità lorda prodotta proveniva da fonti energetiche. "Le biomasse rappresentavano il 52 % delle fonti di energia rinnovabile, e potranno essere ulteriormente aumentate dal funzionamento continuo dell'impianto di Szakoly," ha aggiunto Vollár. Essa contribuirà a raggiungere l'obiettivo dell'Ungheria del 14,65 % di fonti di energia rinnovabile nella produzione lorda di energia entro il 2020.

Premesse

In Ungheria, Veolia opera impianti e reti di distribuzione di calore, soprattutto per le città di Pécs, Dorog, Esztergom e Tata. A Pécs, Veolia operata la più grande rete di distribuzione di calore a cogenerazione al 100 % di biomasse in Europa, alimentata da legno e paglia. Veolia in Ungheria produce oltre 600 GWh di elettricità l'anno, l'equivalente del consumo annuale di 230.000 famiglie, e rifornisce 121.000 famiglie in Ungheria.

Veolia inoltre fornisce servizi energetici a oltre 30 clienti industriali ed edifici. Veolia Energy Hungary Co. Ltd. ha acquisito DBM Zrt dal precedente proprietario, NRG Power Szakoly Kft. La transazione è stata approvata dalle autorità competenti.

(ID:44379938)