Change of business Repubblica Ceca: Cercando la propria strada

| Author / Editor: Roman Dvorak, Caporedattore, Editore, MM Industrial Spectrum, Repubblica Ceca / Susanne Hertenberger

Viviamo in un mondo fatto di trasformazioni qualitative in accelerazione Queste trasformazioni non sono solo normali cambiamenti dei manuali di gestione aziendale ma modifiche senza precedenti, rapide e profonde nella produzione, il consumo, i valori e i comportamenti, i modi e lo stile di vita di individui, gruppi e nazioni.

Gli elementi di base del sistema di gestione ZIFEST dell’azienda Fosfa. Quel che bisogna fare è interconnettere cliente (Z), innovazioni (I), processi (P) e finanze (F) e aggiungere una politica ambientale (E) e la società (S).
Gli elementi di base del sistema di gestione ZIFEST dell’azienda Fosfa. Quel che bisogna fare è interconnettere cliente (Z), innovazioni (I), processi (P) e finanze (F) e aggiungere una politica ambientale (E) e la società (S).
(Bild: Fosfa)

Tutto sarà differente, niente tornerà indietro. Stiamo entrando in un'epoca di imprenditorialità, o se si preferisce, di business. Lo stile, le idee o le innovazioni di ciascuno arricchiscono non soltanto noi ma il mondo intero. Esso espande la differenziazione ed elimina la monocoltura. Ogni stile adottato o imitato non è competitivo e impoverisce non solo noi ma il mondo intero intorno a noi. In questo modo supportiamo la monocoltura e contribuiamo all'uniformità artificiale della razza umana senza percepire i risultati del processo. Il nostro concetto di benchmarking non è stato in grado di includere la "migliore pratica" - essi generano uniformità e uccidono la competizione (cfr. il rapporto McKinsey). Il Professor Milan Zelený afferma che se noi facciamo le stesse cose e pensiamo allo stesso modo allora non saremo in grado di cooperare. La cooperazione è un privilegio di coloro che possono completarsi l'un l'altro, e che pensano e agiscono in modo differente. Ciò che rimane per tutti gli altri è solo "combatti uno con un altro". La pianificazione strategica ha fallito - nell'era dei cambiamenti frequenti e improvvisi, pianificare su lungo termine non è possibile. Va effettuata una "prima fase" e quindi adattata flessibilmente all'ambiente in trasformazione. La strategia non è ciò che diciamo ma ciò che facciamo. Copiare vecchi libri, adottare pratiche rifiutate da 50 anni o consumare "bestseller" di tendenza potrebbe non essere gratificante.

Pensa differentemente

Nessuno sino a ora ha avuto successo nella sua attività copiando Toyota o Apple, senza parlare di GE o Google. Nessuno potrebbe copiare l'imprenditore ceco Baťa. L'originale non deve avere paura - nessuno può copiarlo. Il benchmarking e le "migliori pratiche" ci condurranno là dove i nostri insegnati ci portavano a scuola - a una grigia mediocrità. Eseguiamo benchmark e riuniamo tutti i metodi applicati dalle altre aziende e come risultato avremo tutti la stessa cosa. Proviamo a rivolgerci alle masse con i nostri prodotti e servizi - e creeremo prodotti e/o servizi mediocri. Non creeremo niente di esclusivo, niente che potrebbe darci la speranza di un duraturo successo e il diritto di sopravvivere. Seth Godin parla di una mucca viola, Steve Jobs rimase fedele al motto "think different" e la Toyota segue il motto "niente è impossibile".

Molti imprenditori e top manager cercano le migliori pratiche e vie per giungere al successo. Essi registrano le proprie visioni e presentano strategie e quindi provano a girare le ruote della loro "macchina". A ogni modo un'impresa non è una macchina e non appare alcun risultato. Quindi iniziano a cercare un corretto sistema informativo tramite il quale vogliono gestire il sistema che manca loro - e creano cose insensate molto più rapidamente che prima.

Compilato dalle idee del Prof. Milan Zelený e del Prof. Ján Košturiak.

(ID:44379935)